Mi capita che qualche amico mi chieda consigli su come scrivere un articolo nella propria pagina Social o meglio ancora sul proprio sito.

Generalmente, il messaggio che mi arriva è “scrivi tu che sei brava e perdi poco tempo, così inizio a vendere subito il mio prodotto/servizio”

In realtà, chi non è ancora entrato completamente nel mondo digitale, per me splendido e molto affascinante oltre che stimolante, pensa che scrivere un articolo sia semplice e veloce

Non sa invece che ci sono delle regole ben precise per scrivere sul web, necessarie per essere un bravo copyrwriting persuasivo e raggiungere l’obiettivo prefissato.

Vediamone alcune:

Prima cosa devo studiare, perché per scrivere qualcosa di interessante e convincente, devo conoscere bene l’argomento.

Che sia un prodotto o un servizio che vado a descrivere nel mio articolo, devo conoscerlo bene, sapere i punti di forza e di debolezza, il suo utilizzo e il mercato che andrà a coprire.

E quindi a quale pubblico e target devo rivolgermi e come?

Il punto di partenza è quello di creare quella che in gergo si chiama Buyer Personas, cioè la persona alla quale voglio far arrivare il mio messaggio e che penso sarà interessata ad utilizzare il mio prodotto/servizio.

Il mio Buyer Personas avrà dunque delle specifiche caratteristiche: potrebbe essere un imprenditore, padre di famiglia, residente in una determinata regione/luogo, che si occupa, ad esempio, di Assistenza Clienti, possiede un’azienda medio-piccola, con un paio di dipendenti.

E ancora, è sposato da 20 anni e sua moglie lavora part time presso uno studio medico, mentre per il resto del giorno, segue i due figli adolescenti.

Il mio Buyer Personas è appassionato di bicicletta, montagna e vela.

Il mio messaggio quindi dovrà stimolare la sua attenzione anche andando a colpire le sue passioni; “vuoi avere più tempo per le gare ciclistiche? Contattami, sarò in grado di ottimizzare il tuo tempo, così avrai modo finalmente di iscriverti alla corsa ciclistica a cui pensi da tempo!

Il mio pubblico sarà formato, quindi, da più Buyer Personas e questo, mi aiuterà a personalizzare anche le varie campagne ads, affinché raggiungano gli obiettivi che mi sono prefissata.

Altra regola molto importante è quella di conoscere e quindi evidenziare i BeneficiVantaggiCaratteristiche

Certo perché ogni prodotto/servizio ha i suoi Benefici, Vantaggi, Caratteristiche, quindi, oltre che conoscere alla perfezione il prodotto/servizio come detto poc’anzi, nel mio messaggio, dovrò evidenziare:

i Benefici (ad esempio avere più tempo per le tue passioni)

i Vantaggi (ad esempio impiegare metà del tempo nella gestione di attività ripetitive, perché non dovrai più pensare a quelle che puoi delegare sin da ora, alla tua Assistente Virtuale);

le Caratteristiche (ad esempio per la mia attività di Assistente Virtuale, nessuna spesa fissa come per un dipendente e la possibilità di pagare solo il lavoro gestito per il tempo concordato)

E poi ancora, porre le domande giuste

Le domande, per un copyrwriting persuasivo, devono essere ovviamente retoriche.

Cioè il fulcro è la risposta, che deve innanzitutto soddisfare il suo bisogno, spesso implicito.

Questo metodo inoltre attira l’attenzione del mio utente ingaggiando un dialogo diretto, creando la giusta empatia per arrivare all’obiettivo finale: l’azione o in gergo la Call to action.

Ma come fare per aumentare la possibilità che il mio utente compia l’azione desiderata/Call to action?

Uno dei metodi più utilizzati è creare urgenza, con frasi del tipo “solo oggi per te” oppure “approfitta subito”.

Se poi aggiungiamo anche qualche dato numerico, come ad esempio le percentuali di sconto “solo per oggi sconto 30%”, il nostro utente sarà ancora più incalzato a cliccare e quindi a compiere l’azione desiderata.

In ultima, ma non meno importante anzi, sono le immagini

Viviamo ormai in un mondo che stimola continuamente la nostra mente tramite immagini e suoni e l’utente, prima di leggere, viene catturato dal contenuto visivo.

Le immagini sono importanti anche quando il contenuto visivo sembra essere meno importante.

Pensiamo infatti ad una ricerca in Google; sicuramente l’utente viene attirato da una descrizione che contiene anche l’immagine e magari pure il sonoro.

Per concludere quindi, non è proprio semplice scrivere un articolo per il web e quanto descritto finora è solo una piccola parte delle regole che un bravo copyrwriting persuasivo deve seguire!

Se hai bisogno di scrivere un articolo da pubblicare sul tuo sito web, Contattami!

Studierò il tuo prodotto scrivendo un articolo che colpirà nel segno!

Marzia Rallo
cellulare 
+39 351 57 89 878
email AssistenteVirtuale@marziarallo.it
Facebook fb.me/avmarziarallo